21 apr 2013

Brano del giorno: "My Baby Just Cares For Me"

Il 21 aprile di 10 anni fa moriva in Francia, a Carry-le-Rouet, dopo una lunga lotta contro un tumore al seno, Nina Simone, sacerdotessa del soul.
Cantante, pianista e attivista per i diritti civili, amica di Martin Luther King e Malcolm X, è stata ed è ancora oggi fonte di ispirazione per moltissimi artisti.



La Simone è stata una delle artiste più importanti del ventesimo secolo, un'icona della musica americana e non solo.



Il suo vero nome era Eunice Kathleen Waymon. Nata il 21 febbraio 1933 a Tryon, North Carolina, iniziò a studiare pianoforte alla celebre Juilliard School di NYC, ma dovette abbandonare per mancanza di pecunia. Da Bach, Beethoven, Chopin, Brahms e Schubert (che non smise mai di amare) passò al jazz, al blues e al folk. Il suo primo album uscì nel 1958 e per tutti gli Anni Sessanta la sua celebrità si basò anche sul fatto che era una combattente per i diritti delle donne e delle minoranze razziali.


Semplicemente fantastiche le sue performances dal vivo: riusciva a sedurre gli spettatori con la sua sola bravura; era come se li ipnotizzasse... Vedi il video sottostante, parte di un suo concerto all' Harlem Cultural Festival del 1969.




Emozionante tributo a Martin Luther King: "Why? (The King of Love Is Dead)"


Why? (The King of Love is Dead) from Nina Simone on Vimeo.

Nessun commento:

Posta un commento