12 ott 2013

Paul McCartney: "I Rolling Stones ci hanno copiato"

Per "Sir" McCartney non c'è dubbio: "gli Stones hanno copiato i Beatles"!





Il musicista 71enne lo ha dichiarato in un’intervista a una radio americana. Secondo "Sir" McCartney, la band guidata da Mick Jagger ha ottenuto così tanto successo perché ha imitato i Fab Four

"È la verità. Ripassiamo un po' di storia. I Beatles vanno in America, l’anno dopo lo fanno anche loro. Siamo stati noi a scrivere il loro primo singolo, "I Wanna Be Your Man". Noi diventiamo psichedelici e loro diventano psichedelici. Ci vestiamo da maghi e loro si vestono da maghi..."

McCartney dice di non invidiare i Rolling Stones per il fatto che loro sono ancora “on the road”, ma gli spiace di non avere la stessa possibilità con i Beatles: "Se noi potessimo essere là fuori a fare concerti, sarebbe bellissimo considerarsi di nuovo un'ottima piccola band. Era fantastico suonare insieme... Ma" (aggiunge) "abbiamo concluso il nostro periodo da band coscientemente, e ora, visto che due membri sono morti" (si riferisce a John Lennon e George Harrison), "il sogno non potrà mai divenire realtà". 


Appena due giorni fa, Paul McCartney ha deliziato fans e turisti suonando a sorpresa a Times Square, nel cuore di Manhattan. Meno di due ore prima della "gig", l'ex Beatle ha scritto un comunicato su Twitter per informare della novità. Il messaggio diceva, nella maniera laconica e diretta richiesta da quel social network:

“Wow! Really excited to be playing New York Times Square at 1pm this afternoon!”


McCartney si è esibito all'interno di un TIR adibito a palcoscenico.

Il leggendario cantante era arrivato insieme alla band a bordo di un taxi giallo e ha presentato quattro canzoni dal suo nuovo album (che si chiama New), tra le quali quella che dà il titolo al disco e "Everybody Out There".
Alla fine del mini-concerto ha informato la folla: “Ci hanno detto che possiamo suonarne un'altra. Ci hanno dato soli 15 minuti... Il signor Andy Warhol lo aveva predetto che avrei goduto di un quarto d'ora di fama! Ed eccoci qui."  McCartney ha chiuso la sua toccata-e-fuga pubblicitaria con il single "Queenie Eye", tratto appunto da New, prima di congedarsi dalla folla con un: “See you next time!”

New, il nuovo album di Paul McCartney


Nella foto sottostante: New York, 7 febbraio 1964 - ragazzine "fanatiche" accolgono l'arrivo dei Beatles al John F. Kennedy International Airport. I Fab Four staranno in America dieci giorni. Il 9 febbraio ci sarà la loro apparizione nel celebre programma TV Ed Sullivan Show. La"Beatlesmania" si è propagata anche negli States...


Nessun commento:

Posta un commento