13 set 2015

Brano del giorno: "Winter in America"

... di Gil Scott-Heron




Benvenuti su Topolàin con la rubrica "Sunday - jazz day"!

Oggi proponiamo il poeta, artista, cantante Gil Scott-Heron. "Winter in America" è un suo brano che tratta di promesse mai mantenute e caratterizzato da un'atmosfera di panico e angoscia. Purtroppo, dal 1974 a oggi non è cambiato nulla...




Tra l'altro Scott-Heron è figura ispiratrice di numerosi rappers. Il poeta-musicista statunitense è autore del celebre brano "The Revolution Will Not Be Televised".




Di origine giamaicana, Scott-Heron lottò sempre contro il razzismo. Aveva 62 anni quando, nel 2011, morì, e in quel giorno, a New York e non solo, molti, nell'apprendere la notizia, scoppiarono in lacrime. Con la scomparsa del colto poeta-musicista, fu come se fosse svanita un'epoca di forti ideali.





Nato a Chicago nel 1949 (era figlio di Gil "La Freccia Nera" Heron, calciatore del FC Celtic Glasgow - primo "colored" a giocare nel campionato scozzese), Gil junior si fece conoscere tra gli Anni '60 e '70 come autore di spoken word, cioè di poesia recitata su basi musicali. Per questo tanti lo reputano tra i padri del rap e dell'hip hop. Importante la sua collaborazione con il musicista Brian Jackson, che fruttò una sintesi di soul, jazz e blues.







Alla sua morte, scrisse un bloggher de Il Manifesto:

"Come tanti artisti (e ancor piu’ numerosi militanti) neri, è stato perseguitato dalle autorità (e dalle case discografiche – come l’Arista che lo scaricò nel 1985) durante tutta la scomoda carriera e particolarmente negli ultimi anni di vita, con numerosi arresti e condanne scontate per droga. Altra sindrome comune: largamente dimenticato in patria (ma non dai musicisti hip hop che numerosi hanno continuato a campionarlo), ha continuato a suonare soprattutto in Europa e Inghilterra, e lavorava ad un nuovo libro e disco. Proprio in seguito all’ultimo viaggio europeo si era ammalato. Vale la pena digitare il suo nome in Youtube e spendere un po’ di tempo nel ricordo di un grande artista."


   
Official website: http://gilscottheron.net

The Daily Swarm: "Gil Scott-Heron: The Revolution Will Not Be Blogged" (interview)

Nessun commento:

Posta un commento